In Lussemburgo lo stage assume finalità e obiettivi diversi a seconda dei destinatari a cui si rivolge. Secondo la recenteriforma della formazione professionale del 2010, è obbligatorio fare uno stage di avviamento al lavoro della durata di 12 settimane sia nel triennio che prepara al conseguimento del Diploma di Attitudine Professionale (DAP), sia nel quadriennio per ottenere il Diploma di Tecnico (DT).

Le stesse università possono organizzare o proporre stage nell’ambito dei diversi percorsi formativi. Uno studente può fare anche uno stage volontario trovato sul mercato libero, che può essere più o meno pagato, ma deve essere sempre coperto da un’assicurazione contro gli infortuni. Lo stage in questo Paese e inoltre uno strumento finalizzato a favorire l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani lussemburghesi sotto i 30 anni. Sono 3 le principali misure che utilizzano lo stage come politica attiva e prevedono tirocini retribuiti dai 6 ai 24 mesi, pagati l’80% del salario minimo in vigore nel Lussemburgo, pari a circa 1400 euro mensili:
1. CIE-EP (Contrat d’Initiation a l’Emploi, Experience Pratique cie-ep.anelo.lu) in favore dei giovani diplomati e laureati che hanno difficolta a trovare lavoro, pagati fino al 120/150% del salario minimo, a seconda del tipo di laurea/master);
2. CIE (Contrat d’Initiation a l’Emploi), solo per i diplomati e i qualificati in cerca di lavoro, iscritti all’ADEM. Agence pour le Developpement de l’Emploi (www.adem.public.lu);
3. CAE (Contrat d’Appui a l’Emploi) in favore dei giovani in cerca di lavoro, iscritti all’ADEM da almeno un mese.
Infine lo stage viene utilizzato in Lussemburgo anche come strumento per favorire il reinserimento professionale (SR . Stage de Reinsertion) degli adulti disoccupati di minimo 30 anni, iscritti da almeno tre mesi all’ADEM.

Riferimenti legislativi/Regolamentazione
La Legge del 26 luglio 201058 sulla formazione professionale ridefinisce i regolamenti degli stage obbligatori nei diversi percorsi formativi. Nel testo della legge accessibile dal link citato in nota, nell’art. 2, comma 10, si definisce indistintamente come organisme de formation l’impresa/l’amministrazione/l’ente/la fondazione/l’associazione che mette a disposizione posti di stage, a sottolineare il ruolo eminentemente formativo giocato dalle organizzazioni lussemburghesi, sia pubbliche che private, nei confronti dei tirocinanti. L’avvio del tirocinio avviene dopo la firma di un contrat de stage siglato dallo stagiaire, dal responsabile degli stage in azienda (spesso il tutor aziendale) e dal direttore dell’istituzione formativa: e possibile scaricare il format dal linkwww.legilux.public.lu/leg/a/archives/2010/0189/a189.pdf#page=2. Il format del nuovo contratto di stage CIE-EP in favore dei giovani lussemburghesi sotto i 30 anni in cerca di lavoro e accessibile al linkwww.youth.lu/images/anelo/contrat_cie-ep_brouillon.pdf. In sintesi, in tutti i tipi di stage, sia obbligatori che volontari, debbono sempre essere rispettate le seguenti procedure:

  • durante l’intero periodo di tirocinio, gli stagisti (seguiti anche da un insegnante dell’istituzione formativa nel caso di stage obbligatorio) sono posti sotto la responsabilità di un tutor aziendale o patron de stage e sono tenuti a conformarsi alle sue indicazioni;
  • devono rispettare l’obbligo di riservatezza e discrezione su fatti e informazioni di cui venissero a conoscenza nel corso dello stage;
  • il tutor ha il compito di elaborare il programma di tirocinio e supervisionare l’attività degli stagisti;
  • al termine del percorso formativo il tirocinante elabora una relazione finale in cui descrive le attività svolte;
  • il tutor redige un documento di valutazione dello stage;
  • il responsabile o patron de stage rilascia allo stagista un certificato di tirocinio, in cui vengono indicati i riferimenti dell’organismo ospitante, la durata del tirocinio, il nome del tutor, le attività svolte, le competenze acquisite, ecc..
Per saperne di più si consulti il sito stages.youth.lu che da risposte chiare e concrete sul tema. I giovani UE non residenti devono dimostrare di avere nel proprio Paese un’assicurazione contro gli infortuni per poter essere più facilmente presi in considerazione per uno stage in Lussemburgo (www.ccss.lu/salaries/assurance-obligatoire/stage/). Nel Lussemburgo e anche in vigore un contratto di lavoro specifico per gli studenti dai 15 ai 27 anni, le cui condizioni e relativi formulari sono rintracciabili ai link www.itm.lu/droit-du-travail/occupation-d-eleves-et-d-etudiants e www.itm.lu/formulaires-1/contrats-types/contrats-types.

Promotori
Tra i principali promotori di stage vanno annoverati i centri di formazione, le scuole superiori tecnico-professionali, le università, le Agenzie per lo sviluppo dell’impiego (ADEM . Agences pour le Developpement de l’Emploi . www.adem.public.lu/adem/agences), le aziende e le organizzazioni sia private che pubbliche.
 

Documentazione richiesta
Il 1° gennaio 2008 è entrato in vigore un Regolamento granducale del 21 dicembre 2007 che definisce le nuove condizioni d’entrata e di soggiorno dei cittadini UE/SEE. Secondo questo Regolamento non c’è più bisogno di una carte de sejour per risiedere nel territorio lussemburghese. In sostanza i cittadini contemplati dalla nuova norma hanno l’obbligo di dichiarare la loro presenza in Lussemburgo solo se intendono rimanervi per un periodo superiore ai tre mesi.
In tal caso, essi sono tenuti a compilare una declaration d’arrivee (dichiarazione d’arrivo) presso la sede del comune scelto come residenza, per poter richiedere all’amministrazione comunale una attestation d’enregistrement. L’amministrazione trasmette la domanda alla Direzione dell’Immigrazione (Ministero degli Affari Esteri), la quale farà pervenire per via postale l’attestazione ai richiedenti. Dal momento che nell’attestation d’enregistrement non e applicata una foto del titolare, questi dovrà portare con se, oltre all’attestazione, un documento d’identità. Per ulteriori dettagli si consulti il linkwww.guichet.public.lu/fr/citoyens/certificats/citoyennete/immigration/attestation-enregistrement/index.html.
 
COSA FARE PER TROVARE UN’AZIENDA
  • La candidatura libera
Le più interessanti opportunità di stage in Lussemburgo vengono offerte dalle diverse istituzioni europee che hanno sede in questo Paese: visitando i loro siti, e possibile individuare le opportunità di tirocinio che annualmente vengono messe a disposizione dei giovani cittadini. Molte informazioni utili per trovare un lavoro/stage in Lussemburgo si possono trovare inoltre sul sito dell’ADEM (Agence pour le Developpement de l’Emploi) (www.adem.public.lu) che dipende dal Ministero del Lavoro ed ha l’obiettivo di promuovere l’orientamento professionale e di prevenire e combattere la disoccupazione.
Si consultino anche i seguenti siti dedicati ai giovani, ricchissimi di informazioni su come trovare lavoro o stage in Lussemburgo: www.youth.lujobs.youth.luwww.anelo.luwww.optioncarriere.lu/emploi-stage.htmlluckyjob.lu e www.ictjob.lu. E inoltre consigliabile visitare il Portale degli italiani in Lussemburgo (www.italiani.lu): all’interno della sezione Vivere in Lux, c’è una sottosezione dedicata a chi cerca un impiego in questo Paese. Anche sulla carta stampata, in particolare sul quotidiano nazionale Luxemburger Wort (www.wort.lu), e possibile trovare interessanti offerte di lavoro/stage. Infine, dal momento che il Lussemburgo e attualmente una delle più importanti piazze finanziarie del mondo (nel Paese sono presenti 157 banche di 25 diverse nazionalità), si può provare ad inviare la propria candidatura ai numerosi istituti di credito, compagnie di assicurazione o società finanziarie. In questo senso può essere molto utile consultare il sito dell’Association des banques et banquiers Luxembourg (www.abbl.lu) dove si possono trovare i riferimenti di tutti gli istituti di credito associati. E chiaro che per fare uno stage in questo tipo di organismi e necessario possedere un titolo di studio (possibilmente una laurea) ad indirizzo economico, finanziario o giuridico e saper parlare correntemente almeno la lingua francese. La candidatura attraverso un Progetto europeo o un’Associazione internazionale
Nel 2011 meno di 15 giovani italiani hanno svolto uno stage nel Lussemburgo con i Programmi Erasmus Placement (13) e Leonardo da Vinci (1).

I SETTORI PIU DINAMICI
SETTORE BANCARIO-FINANZIARIO – ASSICURAZIONI – TELECOMUNICAZIONI – CHIMICA – INDUSTRIA METALLURGICA E SIDERURGICA (ARCELORMITTAL, UNO DEI MAGGIORI GRUPPI SIDERURGICI DEL MONDO).

Contatti:

Istituto Italiano di Cultura in Lussemburgo
7, rue Marie Adelaide . LU-2128 Luxembourg
tel. 003522522741 fax 00352252279
segreteria.iiclussemburgo@esteri.it – www.iiclussemburgo.esteri.it

CCIL – Camera di Commercio Italo-Lussemburghese
45, boulevard G.D. Charlotte . LU 1331 Luxembourg
tel. 00352455083-1 fax 00352448076
info@ccil.lu – www.ccil.lu

Parlamento europeo – Ufficio per l’Italia
via IV Novembre, 149 . IT-00187 Roma
tel. 0669950219 –  fax 0669950200
tirocini@europarl.it – www.europarl.it

Ministere des Affaires Etrangeres, Grand-Duche de Louxembourg
Hotel Saint Maximin 5, rue Notre-Dame . LU-2240 Luxembourg
tel. 0035224782300 –  fax 00352223144
www.mae.lu

ADEM Agence pour le Developpement de l’Emploi
10, rue Bender . LU-1229 Luxembourg
tel. 0035224785300-fax 00352406140
info@adem.public.lu – www.adem.public.lu

Luxembourg City Tourist Office
place Guillaume II Batiment administratif Petit Passage  9, rue Chimay – LU-2011 Luxembourg
tel. 00352222809 – fax 00352467070
touristinfo@lcto.lu –  www.lcto.lu

ALCUNE AZIENDE ITALIANE PRESENTI SUL TERRITORIO
Banco Popolare Luxembourg (www.bancopopolare.lu  – servizi bancari e finanziari)
Banca Popolare dell’Emilia Romagna International (www.bper.it – servizi finanziari)
Gruppo Banco Desio,  Brianfid-Lux  (www.brianfid.lu  – servizi finanziari)
Gruppo Credem . Credem International Lux (www.credem.it  – servizi bancari e finanziari)
Gruppo Fiat, Fiat Finance and Trad (www.fiatspa.com – servizi finanziari)
Ferrero International (www.ferrero.com – distribuzione/vendita prodotti dolciari)
Unitrans (www.unitrans.it – carrozzeria autoveicoli industriali e speciali).

Per un elenco completo delle aziende italiane presenti in Lussemburgo, si possono consultare le seguenti pagine web:
www.rapportipaesecongiunti.it/rapporto-congiunto-presenza-italiana.php?idrapporto=158
www.ice.gov.it/paesi/europa/lussemburgo/upload/SP09/PRESENZAITALIANALUSSEMBURGO.pdf

Nota:
scheda tratta da “Manuale dello Stage in Europa” a cura dell’Isfol

Siti di riferimento:
Manuale dello Stage in Europa
Scadenza: 31/12/2013
× How can I help you?