In Estonia il tirocinio pratico (work practice) fa parte integrante del sistema di istruzione e formazione professionale, mentre nelle università gli stage sono organizzati in maniera autonoma dalle singole istituzioni formative. Il tutor che segue il tirocinio curriculare professionalizzante è un istruttore vero e proprio che insegna un mestiere sul campo. Anche i servizi per l’impiego estoni (www.sm.ee/eng/ministry/public-services/providers-of-labourmarket- services.html) organizzano tirocini per coloro che non hanno mai lavorato o hanno perso il lavoro. In tal caso sia i tirocinanti che il tutor (o supervisor) dell’azienda ospitante ricevono un compenso: questo tipo di tirocinio sovvenzionato dura al massimo quattro mesi.

In Estonia i giovani di altri Paesi UE possono fare un tirocinio soprattutto attraverso i programmi europei Erasmus Placement e Leonardo da Vinci. Gli studenti stranieri che desiderano fare uno stage in Estonia al di fuori dei programmi europei devono essere iscritti ad un’università, preferibilmente ad indirizzo tecnico, oppure essere stati accettati da una struttura organizzativa privata. È necessario avere un’assicurazione sanitaria. La durata di questo tipo di tirocinio può variare in relazione agli accordi presi dal tirocinante con l’organizzazione ospitante o promotrice.

Riferimenti legislativi/Regolamentazione
Il sistema estone di istruzione e formazione tecnico-professionale superiore e post secondaria all’interno del quale il tirocinio è obbligatorio è regolamentato dal Vocational Education Institutions Act ( Kutseõppeasutuse seadus – www.hm.ee/index.php?148583) del 1998, riformato nel 2006. Esso prende la forma di un contratto tripartito fra la scuola, lo studente e l’azienda ospitante all’interno del quale sono definiti i rispettivi obblighi Il tirocinio per le persone in cerca di lavoro è regolamentato dal Labour Market Services and Benefits Act del 2005, la cui sezione riferita specificatamente alla work practice è entrata in vigore nel 200939.

Promotori
In Estonia gli organismi che promuovono stage sono le istituzioni formative (centri e scuole di formazione professionale e università tecniche) e i servizi per l’impiego gestiti dal Fondo di assicurazione estone per la disoccupazione (Estonian Unemployment Insurance Fund Töötukassa – www.tootukassa.ee/?lang=en), in collaborazione con le aziende ospitanti.

Documentazione richiesta
In Estonia i cittadini UE e SEE possono risiedere e lavorare liberamente. Tuttavia per ottenere una carta d’identità (www.tootukassa.ee/index.php?id=14045) e un numero d’identificazione necessario per accedere ai diversi servizi è opportuno registrarsi presso l’Ufficio della Polizia locale. Successivamente è possibile fare uno stage o un lavoro per oltre tre mesi iscrivendosi presso gli uffici della Töötukassa, distribuiti su tutto il territorio nazionale (www.tootukassa.ee/index.php?id=12648) e accedere così ai loro servizi di mediazione fra domanda e offerta di lavoro.

Rimborso spese e investimento personale
Generalmente il tirocinio ottenuto al di fuori di uno dei programmi UE non è remunerato, a meno che non vi siano accordi diversi tra il tirocinante e l’azienda ospitante. Di conseguenza l’investimento personale previsto dovrebbe ammontare a circa 500 euro al mese.

COSA FARE PER TROVARE UN’AZIENDA

  • La candidatura libera

Per trovare uno stage e/o un piccolo lavoro in Estonia al di fuori dei programmi UE o della rete Eures (ec.europa.eu/eures) si consiglia di consultare la banca dati online della Töötukassa (iseteenindus.tootukassa.ee) o di visitare uno dei siti specializzati alla paginawww.tootukassa.ee/index.php?id=14302, fra cui segnaliamo in particolare www.cv.ee/jobs/internship con un elenco di stage disponibili; si visitino anche i siti www.cvkeskus.ee e www.hyppelaud.ee in lingua estone ed inglese. Tra le riviste che pubblicano inserzioni sul lavoro in Estonia vanno ricordate: Eesti Päevaleht (www.epl.ee), Postimees (www.postimees.ee) e Äripäev (www.aripaev.ee). Infine, è possibile contattare gli uffici della Camera di Commercio estone, trovando i riferimenti nella sezione inglese del sitowww.koda.ee/en.
Quando si cerca un lavoro, è molto importante preparare una lettera di presentazione ed un curriculum vitae in formato europeo per candidarsi liberamente o per rispondere ad un annuncio.

  • La candidatura attraverso un Progetto europeo o un’Associazione internazionale

Nel 2011, 3 ragazzi italiani hanno fatto uno stage in Estonia con i Programmi europei (2 con Erasmus Placement ed 1 con Leonardo da Vinci). L’Estonia è inoltre inclusa nella lista dei Paesi in cui operano diverse Associazioni che organizzano anche stage all’estero ed assistono allo stesso tempo gli studenti stranieri durante il loro tirocinio, ottenuto tramite la corrispondente filiale del Paese d’origine: il par.1.2.3 è dedicato a queste organizzazioni.

I SETTORI PIÙ DINAMICI
PRODUZIONE DI SOFTWARE ■ TELECOMUNICAZIONI ■ SERVIZI E CONSULENZA ALLE IMPRESE ■ TURISMO ■ DESIGN ■ ELETTRONICA SPECIALIZZATA ■ SETTORE IMMOBILIARE ■ TRASPORTI E LOGISTICA ■ SETTORE METALLURGICO ■ SETTORE ALIMENTARE (DOLCIARIO E ALCOLICI) ■ LEGNO E PRODOTTI DEL LEGNO

Contatti:

Ministero degli Affari Sociali – Gonsiori, 29 – EE-15027 Tallinn
tel. 003726269301 -fax 003726257702
info@sm.ee – www.sm.ee/eng/ministry/public-services/providers-oflabour-market-services.html

Camera di Commercio e dell’Industria in Estonia – Toom-Kooli, 17 – EE-10130 Tallinn
tel. 003726460244 fax 003726460245
koda@koda.ee – www.koda.ee

National Resource Centre for Guidance – Foundation Innove – Lõõtsa, 4 – EE-11415 – Tallinn
tel. 003726998080 – fax 003726998081
innove@innove.ee – www.innove.ee/en/career-services/euroguidance

ALCUNE AZIENDE ITALIANE PRESENTI SUL TERRITORIO
Agusta Westland: www.agustawestland.com – comparto della difesa
Gruppo Pro Kapital AS: www.prokapital.com – comparto immobiliare
Costech International (www.costech.net) – Settore dell’alta tecnologia sostenibile
Domina Home www.dominahome.it/innilmarine – catena alberghiera italiana

Per un elenco più esaustivo degli investimenti italiani in Estonia si può consultare

la pagina web: www.rapportipaesecongiunti.it/rapporto-congiunto-presenza-italiana.php?idrapporto=166

Nota:
scheda tratta da “Manuale dello Stage in Europa” a cura dell’Isfol

Siti di riferimento:
Manuale dello Stage in Europa
Scadenza: 31/12/2013
× How can I help you?