{slider  In Breve|blue}

3 obiettivi:

  •          Azione a) Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese operanti nei settori dell’artigianato e del commercio;
  •          Azione b) Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese operanti nel settore delle energie da fonti rinnovabili;
  •          Azione c) Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese per la diffusione di servizi per le popolazioni rurali;

Possono partecipare le aziende con sede nei seguenti Comuni:

Acquafondata, Alvito, Arpino, Atina, Belmonte Castello, Boville  Ernica, Broccostella, Campoli Appennino, Casalattico, Casalvieri, Colle San Magno, Fontechiari, Gallinaro, Monte S. Giovanni Campano, Pescosolido, Picinisco, Posta Fibreno, Ripi, San Biagio Saracinisco, San Donato Val di Comino, Sant’Elia Fiumerapido, Settefrati, Terelle, Vallerotonda, Veroli, Vicalvi, Villa Latina e Villa Santa Lucia.

Data scadenza: 30 giugno 2013;

Contributo massimo previsto: 50% del costo totale dell’investimento concesso;

Beneficiari : pmi esisteti o di nuova costituzione.

{slider Approfondisci|red}

ART. 1 -OBIETTIVI E FINALITÀ.

La misura ha come obiettivo di favorire la nascita e/o il sostegno di microimprese operanti in vari settori dell’economia locale mediante la produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti non agricoli, l’artigianato, la produzione di energia da fonti rinnovabili, la fornitura di servizi utili nelle aree rurali, la tutela delle risorse ambientali e naturali, la promozione e diffusione di pratiche aziendali socialmente responsabili.

La misura è articolata in tre distinte azioni d’intervento:

Azione a) Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese operanti nei settori dell’artigianato e del commercio.

Azione b) Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese operanti nel settore delle energie da fonti rinnovabili.

Azione c) Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese per la diffusione di servizi per le popolazioni rurali.

ART. 2 -BENEFICIARI.

AZIONE a) – Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese operanti nei settori dell’artigianato e del commercio;

AZIONE b) – Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese operanti nel settore delle energie da fonti rinnovabili

Microimprese esistenti o di nuova formazione operanti nel settore della produzione di energia da fonti rinnovabili.

AZIONE c) – Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese per la diffusione di servizi per le popolazioni rurali

Microimprese esistenti o di nuova formazione operanti nei settori dei servizi. Per la definizione di microimpresa si fa riferimento alla Raccomandazione della Commissione del 6 maggio 2003 relativa alla definizione delle microimprese, piccole e medie imprese n. 2003/361/CE. Le microimprese di nuova formazione sono quelle che al momento della presentazione della domanda non hanno ancora operato ma hanno aperto una posizione/attività IVA e hanno presentato richiesta di iscrizione alla Camera di Commercio.

In applicazione dell’articolo 26 del regolamento n. 1975/2006 sono considerate inammissibili le domande di aiuto presentate da soggetti ritenuti inaffidabili. Sono inaffidabili i soggetti per i quali, nel precedente periodo di programmazione (PSR 2000/2006) o nell’attuale (PSR 2007/2013), è stato avviata e conclusa una procedura di decadenza totale con relativa revoca degli aiuti con recupero di indebiti percepiti, senza che sia intervenuta la restituzione degli stessi, relativamente ad operazione cofinanziate nell’ambito dei suddetti programmi di sviluppo rurale. Non si considera inaffidabile il soggetto per il quale la procedura di revoca è stata avviata a seguito di rinuncia all’aiuto per cause di forza maggiore.

ART. 6 -SPESE AMMISSIBILI.

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

a) opere edili per la ristrutturazione di immobili;

b) opere edili per la costruzione di impianti e di immobili;

c) acquisto o leasing con patto di acquisto di nuove macchine, attrezzature e dotazioni;

d) spese per l’acquisto di attrezzature informatiche, compresi i software, telematiche funzionali alla realizzazione degli interventi previsti nella presente misura;

e) acquisto di mezzi per il trasporto di persone qualora essenziale all’attività intrapresa;

f) spese generali, come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, studi di fattibilità, acquisizione di brevetti e licenze nonché spese per l’acquisizione di know-how o le spese relative all’acquisizione di certificazioni di processo e di prodotto, collegate alle spese di cui alle lettere precedenti, nel limite massimo del 12%. Per quanto non espressamente previsto nel presente articolo in materia di ammissibilità delle spese sono d’applicazione le “Disposizioni per l’attuazione delle misure ad investimento” di cui all’allegato 1 alla D.G.R. n. 412 del 30 maggio 2008 e ss.ii.e mm

Guarda il BANDO pubblico n. 11/2012 “Sostegno alla creazione e allo sviluppo di microimprese” PLS “Le vie della sostenibilità” – misura 4.1.3 312

{/sliders}

× How can I help you?