Il Portogallo, paese che vanta una ricca storia di navigazione marittima e scoperte, si affaccia dalla penisola iberica sull’Oceano Atlantico. La storia del Portogallo ha avuto un impatto duraturo sulla cultura del paese: l’influenza moresca ed orientale sull’architettura e l’arte è notevole.

Negli ultimi tremila anni in Portogallo si sono susseguite numerosissime civiltà. Le culture fenicia, greca, celtica, cartaginese, romana e araba hanno tutte lasciato tracce. Nel XV secolo gli intrepidi esploratori marittimi portoghesi, guidati da Vasco da Gama, hanno scoperto nuovi territori, che hanno a poco a poco portato alla nascita di un vero e proprio impero portoghese d’oltremare. L’università di Coimbra, fondata nel 1290, è una delle più antiche d’Europa.

Il presidente del Portogallo, eletto a suffragio universale per cinque anni, ha poteri limitati. Il Parlamento è composto da 230 membri, eletti per quattro anni.

Il Portogallo vanta numerosi artisti. Tra i più celebri poeti portoghesi si ricordano Luís de Camões e Fernando Pessoa. 


Anno di adesione all’UE 1986
Sistema politico Repubblica
Capitale Lisbona
Superficie 92 072 km²
Popolazione 10, 6 milioni
Valuta euro
Lingua  portoghese

Cultura
Nel mese di giugno, si svolgono in tutto il paese feste patronali in celebrazione di tre santi, denominati Santos Populares (santi popolari). Queste feste sono caratterizzate da musica e danze folkloristiche, soprattutto il malinconico fado.

Gastronomia 
Ciascuna regione del Portogallo ha i propri piatti tradizionali a base di carne e pesce. Il baccalà è il piatto nazionale preparato in numerosissimi modi diversi.

Politiche giovanili
In Portogallo i giovani e i bambini (dai 0 ai 24 anni) rappresentano il  27,4% della popolazione totale. L’autorità competente delle politiche giovanili in Portogallo è il Ministero per la Gioventù e lo Sport, che sviluppa una politica governativa attuata attraverso tre diverse entità: 

Movijoven, che promuove azioni di mobilità con scopi sociali attraverso la gestione degli Ostelli della Gioventù e Carta Giovani; FDT (Fondazione per la Disseminazione delle Tecnologie dell’Informazione) che implementa le conoscenze tecniche-scientifiche nel settore IT; IPJ (Portuguese Youth Institute) che agisce secondo le misure adottate dal governo per sostenere e promuovere la partecipazione dei giovani nei diversi settori della società. 

Studiare la lingua
Di seguito una serie di link interessanti per coloro che vogliono studiare il portoghese in Portogallo: 
www2.dlc.ua.pt – Dipartimento di Lingua e Cultura dell’Università di Aveiro;
www.fcsh.unl.pt – Università di Lisbona;
aeple.pt/learn-portuguese – Associazione portoghese di scuole private per l’insegnamento del portoghese agli stranieri.
Inoltre per colro che si recheranno in Portogallo per un’esperienza Erasmus: il Portogallo fa parte di quei Paesi in cui è possibile utilizzare una borsa EILC (ex ILPC), ovvero una borsa aggiuntiva promossa dalla Commissione Europea per favorire la mobilità Erasmus verso quei Paesi in cui si parla una lingua europea meno conosciuta ed insegnata. I corsi intensivi di preparazione linguistica e culturale hanno luogo prima dell’inizio del periodo Erasmus, hanno una durata che varia fra le tre e le otto settimane e si svolgono in due sessioni, una estiva ed una invernale.Informazioni più dettagliate sono reperibili negli uffici Erasmus delle università.

Assistenza sanitaria
I cittadini italiani che si recano temporaneamente per studio, turismo, affari o lavoro nel Paese possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall’assistenza sanitaria pubblica locale, se in possesso della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) detta Tessera Sanitaria.

Documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese
E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità (Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio). Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen.
Per  le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Gli italiani che si recano all’estero possono registrarsi al sito “Dove siamo nel mondo“, un servizio del Ministero degli Affari Esteri. Gli italiani che si recano temporaneamente all’estero possono segnalare i loro dati personali, al fine di permettere all’Unità di Crisi di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso, nell’eventualità che si verifichino situazioni di grave emergenza.

Mappa del Portogallo

Contatti:

Ambasciata d’Italia a Lisbona
Largo Conde Pombeiro 6
1150-100 Lisbona
Tel: (00351) 213 515 320
Fax: (00351) 213 154 926

Scadenza: 31/12/2014
× How can I help you?