I Paesi Bassi, come fa capire il nome stesso, sono un paese molto piatto, di cui un quarto si trova sul livello del mare o al di sotto. Molte zone del paese sono protette dalle inondazioni attraverso dighe e frangiflutti. Gran parte del territorio è stata strappata al mare, come nel caso dei polder del Flevoland che sono l’esempio più recente.
Il parlamento olandese (Staten Generaal) è composto da due camere: la prima, di cui fanno parte 75 membri, è eletta indirettamente e ha poteri solo limitati; la seconda (camera bassa) è eletta direttamente e controlla il governo. In entrambi i casi, i membri sono eletti per quattro anni. Dato l’equilibrio esistente tra i partiti politici olandesi, tutti i governi sono di coalizione.
L’attività industriale si situa prevalentemente nel settore della trasformazione alimentare, delle sostanze chimiche, della raffinazione del petrolio e delle macchine elettriche ed elettroniche. Il paese vanta inoltre un settore agricolo dinamico ed è famoso per le sue piante ed i suoi fiori. Il porto di Rotterdam è il più attivo d’Europa e serve un vasto retroterra che si estende in Germania ed Europa centrale.


Anno di adesione all’UE  membro fondatore 
Sistema politico Monarchia costituzionale 
Capitale Amsterdam 
Superficie 41 526 km²
Popolazione 16,4 milioni
Valuta euro
Lingua ufficiale  olandese 

Cultura
I Paesi Bassi sono famosi per i loro grandi pittori. Il XVII secolo fu il periodo dei maestri fiamminghi, tra cui Rembrandt van Rijn, Johannes Vermeer e Jan Steen. Il XIX e XX secolo non furono da meno, grazie ad artisti di estremo talento quali Vincent van Gogh e Piet Mondriaan.

Gastronomia
Tra le specialità gastronomiche più conosciute dei Paesi Bassi si segnalano l’aringa cruda, l’anguilla affumicata e la zuppa di piselli, senza dimenticare i famosi formaggi olandesi quali l’edam e il gouda.

Politiche giovanili
Il Ministero della Gioventù e delle Famiglie, che sta all’interno del Ministero della Salute, Welfare e Sport, è responsabile delle questioni giovanili. E’ stato creato un dipartimento “virtuale” dove i volontari del servizio civile di altri ministeri lavorano direttamento sotto il Ministero della Gioventù e della Famiglia. Il Ministero ha un programma per i giovani “Every opportunity for every child”. Il programma ha la durata 2007-2013.

Studiare la lingua
Nonostante i Paesi Bassi, e in particolare Amstardam, siano un territorio cosmopolita, dove gli abitanti parlano l’inglese come seconda lingua, molti vogliono studiare e approfondire la lingua olandese per poter comunicare meglio nelle situazioni quotidiane. Per cononoscere opportunità di studio dell’olandese a Amsterdam e non solo, visitare i seguenti link:
www.amsterdam.info
www.leren.nl.

Inoltre i Paesi Bassi fanno parte di quei Paesi in cui è possibile utilizzare una borsa EILC (ex ILPC), ovvero unaborsa aggiuntiva promossa dalla Commissione Europea per favorire la mobilità Erasmus verso quei Paesi in cui si parla una lingua europea meno conosciuta ed insegnata. I corsi intensivi di preparazione linguistica e culturale hanno luogo prima dell’inizio del periodo Erasmus, hanno una durata che varia fra le tre e le otto settimane e si svolgono in due sessioni, una estiva ed una invernale.Informazioni più dettagliate sono reperibili negli uffici Erasmus delle università.

Assistenza sanitaria
I cittadini italiani che si recano temporaneamente (per studio, turismo, affari o lavoro) nel Paese (Stato membro dell’Unione Europea) possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall’assistenza sanitaria locale se dispongono della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) cosiddetta Tessera Sanitaria.

Numeri di emergenza Paesi Bassi
Emergenza generale: 112

Documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese
E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità da esibire in caso di richiesta da parte delle autorità locali (passaporto/carta di identità valida per l’espatrio).  Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen.
Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Gli italiani che si recano all’estero possono registrarsi al sito “Dove siamo nel mondo“, un servizio del Ministero degli Affari Esteri. Gli italiani che si recano temporaneamente all’estero possono segnalare i loro dati personali, al fine di permettere all’Unità di Crisi di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso, nell’eventualità che si verifichino situazioni di grave emergenza.

Mappa dei Paesi Bassi

Contatti:

Ambasciata d’Italia a L’Aja
Alexanderstraat 12
2514 JL Den Haag
Tel. 00 31 70 3021030
Fax 00 31 70 3614932
e-mail :  embitaly.denhaag@esteri.it
 http://www.amblaja.esteri.it/Ambasciata_Laja

Fonte: http://www.yes4europe.it
Scadenza: 31/12/2014
× How can I help you?