{slider  In Breve|blue}

Obiettivi:

Obiettivo del presente bando è sostenere e sviluppare il turismo di qualità nel territorio del GAL mediante la realizzazione e il miglioramento di infrastrutture per il settore turistico, sviluppando la commercializzazione dei servizi turistici, sostenendo iniziative promozionali d’area, sviluppando il ricorso alle tecnologie dell’informazione e delle telecomunicazioni a fini turistici e realizzando servizi turistici mirati.

Possono partecipare le aziende con sede nei seguenti Comuni:

Acquafondata, Alvito, Arpino, Atina, Belmonte Castello, Boville  Ernica, Broccostella, Campoli Appennino, Casalattico, Casalvieri, Colle San Magno, Fontechiari, Gallinaro, Monte S. Giovanni Campano, Pescosolido, Picinisco, Posta Fibreno, Ripi, San Biagio Saracinisco, San Donato Val di Comino, Sant’Elia Fiumerapido, Settefrati, Terelle, Vallerotonda, Veroli, Vicalvi, Villa Latina e Villa Santa Lucia.

Data scadenza: 30 giugno 2013;

Contributo massimo previsto: 50% del costo totale dell’investimento concesso;

Beneficiari:

        Organismi gestori dei progetti relativi alle “Strade dell’olio e del vino” (L.R. 21/2001)

        Partenariati pubblico e/o privati formalmente costituiti e dotati di personalità giuridica di diritto privato;

        Associazione di imprese agrituristiche

Piccoli alberghi e pensioni (max 3 stelle) solo per l’intervento 4 dell’azione “b” (struttura alberghiera così come definita dal Reg. Regione Lazio n. 17 del 24/10/2008 “Disciplina strutture ricettive alberghiere” e ss.ii.mm.)

{slider Approfondisci|red}

ART. 1 -OBIETTIVI E FINALITÀ.

Il Gal ha definito nel suo Piano di Sviluppo Locale “Le vie della sostenibilità” i seguenti obiettivi specifici:

        incrementare il valore e la fruibilità del patrimonio identitario e storico

        incrementare il valore del patrimonio rurale rendendolo “eco-compatibile”

        incrementare il valore del patrimonio turistico mediante la sua qualificazione

        incrementare la tendenza delle imprese ad aderire alla strategie di qualificazione territoriale individuate dal Gal con il marchio delle “4 E”

        incentivare l’utilizzo delle energie rinnovabili e del risparmio energetico. 

ART. 5 -DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI .

La misura è articolata in due distinte azioni d’intervento:

Descrizione degli interventi:

AZIONE a) -Creazione di infrastrutture su piccola scala

Tipologia 1) Realizzazione, ristrutturazione, adeguamento ed informatizzazione di punti di informazione turistica.

Tipologia 2) Realizzazione di segnaletica turistica.

AZIONE b) – Infrastrutture ricreative per l’accesso alle aree naturali con servizi di piccola ricettività

Tipologia 1) individuazione, realizzazione, ripristino e adeguamento di itinerari tematici (cultura, storia, natura, enogastronomia), percorsi attrezzati (escursionismo, ippoturismo, birdwatching, trekking, mountain bike, orienteering, sci di fondo, canoa, roccia), piste ciclabili;

Tipologia 2) Realizzazione, ristrutturazione ed adeguamento di strutture per l’accesso ad aree naturali e per servizi di piccola ricettività (ostelli, rifugi, aree di sosta per campeggio);

Tipologia 3) Realizzazione, ristrutturazione, adeguamento ed informatizzazione di centri visita ed ecomusei.

Tipologia 4) Investimenti finalizzati alla qualificazione di strutture ricettive di piccole dimensioni.

ART. 6 -SPESE AMMISSIBILI.

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

a) opere edili per la ristrutturazione di immobili.

b) altre opere edili:

– opere per interventi minimali finalizzati alla realizzazione, ripristino o adeguamento di percorsi e piste, aree sosta e parcheggi (massimo 10 posti auto). Tali interventi afferiscono a opere di sistemazione della sede viabile, massicciate, muri a secco, ponti, ponticelli, passerelle, gradini, piccoli consolidamenti di scarpate;

– staccionate di sostegno o delimitazione;

– realizzazione di strutture per il rifornimento d’acqua per persone e animali quali fontane con o senza abbeveratoio e relative tubazioni;

– capanni attrezzati per l’osservazione della fauna e dei relativi camminamenti e schermature;

– recupero delle aree degradate pertinenti le aree di intervento;

– sistemazione del contesto ambientale mediante opere di ingegneria naturalistica, potature di alberature, piantumazione di alberi e arbusti;

– attrezzaggio delle pareti naturali di roccia;

– realizzazione di barbecue;

c) acquisto e messa in opera di segnaletica e cartellonistica e arredi per punti sosta;

d) impiantistica per aree sosta e percorsi attrezzati;

e) acquisto o leasing con patto di acquisto di nuove macchine, attrezzature e dotazioni;

f) spese per l’acquisto di attrezzature informatiche e telematiche funzionali alla realizzazione degli interventi previsti nella presente misura;

g) acquisto di mezzi per il trasporto di persone qualora essenziale all’attività intrapresa;

h) spese generali nei limiti del 25%:

– progettazione e direzione lavori (massimo 10%),

– consulenze,

– studi di fattibilità;

– introduzione e sviluppo dell’innovazione tecnologica per servizi di teleprenotazione e di e-commerce;

– ideazione e realizzazione di marchi turistici d’area e relativi disciplinari;

– ideazione e realizzazione di card turistiche;

– realizzazione di educational tour;

– realizzazione di materiale promozionale d’area;

– acquisto di spazi su riviste turistiche specializzate;

– partecipazione a fiere

Guarda il BANDO pubblico n. 12/2012 “Incentivazione di attività turistiche” PLS “Le vie della sostenibilità” – misura 4.1.3 313

{/sliders}

× How can I help you?