{slider  In Breve|blue}

POR FESR Lazio 2007- 2013 Asse I

La Regione Laziosostieneprogetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale condotti in collaborazione tra imprese e/o con eventuale ausilio di Organismi di Ricerca, al fine di promuovere l’aggregazione nel mondo produttivo e la sua integrazione con il mondo della ricerca

Le risorse stanziate per la realizzazione dei progetti sono pari a € 40.000.000,00


Termini e modalità di presentazione delle domande

Il presente Avviso pubblico è a sportello e scade il 30 giugno 2013, salvo esaurimento fondi.

L’inoltro delle proposte progettuali avverrà mediante l’invio di un formulario on line appositamente predisposto. I soggetti promotori dovranno spedire la domanda di partecipazione in formato cartaceo, corredata degli allegati richiesti, entro e non oltre 10 giorni solari dall’invio del suddetto formulario, mediante raccomandata a/r.

Eventuali ulteriori informazioni possono essere richieste tramite posta elettronica all’indirizzo: coresearch2011@filas.it

Le risposte saranno inviate via email e quelle di pubblico interesse saranno inserite nel documento “FAQ”, scaricabile dall’Area documentazione Co-Research di questo sito.

Dall’Area documentazione è possibile effettuare anche il download dell’Avviso pubblico, della domanda di partecipazione (per sola consultazione, poiché quella per la compilazione è contenuta nel formulario on line), del formulario (per sola consultazione), della normativa.

Compila il formulario online

{slider Approfondisci|red }

Co-Research

Finanziamento totale

20 milioni di Euro

Contributo massimo

300.000,00 Euro

Presentazione domande

entro il 30 giugno 2013

Durata massima

24 mesi

Ente attuatore

Filas spa

Requisito di accesso

Media ponderata imponibile IRAP degli ultimi 3 anni: 40.000,00 Euro

Obiettivo

Sostenere progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale condotti in collaborazione tra imprese e/o con eventuale ausilio di Organismi di Ricerca, al fine di promuovere l’aggregazione nel mondo produttivo e la sua integrazione con il mondo della ricerca.

Possono partecipare

i seguenti soggetti:

• piccole e medie imprese (PMI) di produzione e di servizi alla produzione in forma singola (necessariamente con il coinvolgimento di un Organismo di Ricerca) o in forma aggregata (tramite ATI, ATS o CONTRATTO DI RETE anche senza il coinvolgimento dell’Organismo di Ricerca);

• piccole imprese (PI) classificabili come “nuove imprese innovative”, di produzione e di servizi alla produzione, esclusivamente in forma aggregata (tramite ATI, ATS o CONTRATTO DI RETE anche senza il coinvolgimento dell’Organismo di Ricerca);

• consorzi, formalmente costituiti, tra i soggetti destinatari di cui ai precedenti punti e necessariamente con il coinvolgimento di un Organismo di Ricerca.

Sono finanziabili

progetti di sviluppo sperimentale e, eventualmente per una quota massima del 30%, di ricerca industriale.

I costi del progetto considerati ammissibili, al netto dell’IVA, sono i seguenti:

• personale dipendente;

• acquisizione di nuove strumentazioni e attrezzature, per le quote di ammortamento calcolate sulla base delle buone pratiche contabili;

• servizi di consulenza e di servizi equivalenti;

• commesse di servizio per attività svolta dagli Organismi di Ricerca;

• acquisto di materiali di consumo funzionali al progetto;

• spese generali derivanti direttamente dalle attività relative allo svolgimento del progetto di R&S.

L’ammontare complessivo dei costi presentati non potrà essere inferiore a 300.000,00 Euro.

Si può richiedere un contributo massimo pari al (Regolamento CE n. 800/2008):

• 45% per le PI e 35% per le Medie Imprese (MI) che presentano progetti di sviluppo sperimentale;

• 60% per le PI e 50% per le MI che presentano progetti di sviluppo sperimentale in collaborazione*.

Per la quota del progetto riguardante la ricerca industriale:

• 70% per le PI e 60% per le MI;

• 80% per le PI e 75% per le MI se in collaborazione*;

*collaborazione effettiva tra almeno due imprese indipendenti l’una dall’altra (cfr. art. 31 c .4 del Regolamento CE 800/08), costituite sottoforma di ATI, ATS, Contratti di Rete.

Tetto massimo in valore assoluto, per ciascun progetto, pari complessivamente a 300.000,00 Euro.

È possibile richiedere un’erogazione in conto anticipo fino al 50% del contributo concesso, a fronte di idonea fidejussione.

Le domande si presentano esclusivamente per via telematica utilizzando il modulo predisposto e disponibile sul sito internetwww.filas.it, sezione “Bandi”.

L’inoltro on-line del formulario potrà avere luogo, secondo il sistema a sportello, a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del formulario stesso sul BURL, fino al 30 giugno 2013, salvo esaurimento del fondo nel corso del periodo indicato.

{/sliders}

× How can I help you?