I Centri Giovanili Europei (EYC) di Strasburgo e Budapest forniscono importanti strumenti per la partecipazione dei giovani europei alla costruzione dell’Europa. I Centri Giovanili Europei implementano un programma annuale di sessioni di studio ed altre attività tenute in collaborazione con partner giovanili governativi e non-governativi. Le sessioni di studio, i simposi e le altre attività simili riflettono i principi della co-gestione e il partenariato con i giovani e le loro organizzazioni, fondamento delle politiche giovanili del Consiglio d’Europa.

Attività ammissibili

  • 1. Sessioni di studio:
•affrontare un tema legato alle società europee contemporanee dal punto di vista dei giovani, o temi che riguardano comunque i giovani e le loro organizzazioni;
•il tema della sessione di studio è proposto e sviluppato dall’organizzazione candidata e deve contribuire allo sviluppo delle priorità di lavoro del settore per la gioventù del Consiglio d’Europa;
•durata massima di 8 giorni lavorativi e minima di 4;
•i partecipanti provenienti da un singolo paese non devono superare il 20% del numero totale dei partecipanti. Massimo il 15% dei partecipanti può provenire da paesi non membri:
•le sessioni di studio possono essere tenute in due lingue lavorative con l’interpretazione simultanea;
•la maggioranza dei partecipanti deve avere meno di trent’anni.
  • 2. Simposi
I simposi sono attività che affrontano temi e problematiche condivise sia dai partner governativi che non governativi della Direzione per la Gioventù e lo Sport. I simposi intendono promuovere la conoscenza e contribuire allo sviluppo delle politiche giovanili del Consiglio d’Europa.
3. Progetti speciali: sono attività di carattere innovativo che non rientrano negli obiettivi delle sessioni di studio e i simposi. 
Le attività devono:
•mostrare un impegno verso la società europea nel rispetto dei diritti e delle libertà dei cittadini e tolleranza nei confronti della diversità;
•mirare alla creazione di sinergie (effetto moltiplicatore) a livello locale, regionale, nazionale e/o europeo;
•essere legate ai problemi e alle esigenze dei giovani;
•rappresentare un’utile esperienza nella partecipazione e l’apprendimento interculturale;
•essere preparate, gestite e valutate dalla stessa squadra multiculturale di pianificazione che deve presentare un equilibrio nella distribuzione geografica e nella presenza di uomini e donne, nonché operare in collaborazione con il personale didattico del Centro;
•essere documentate e i suoi risultati resi disponibili ad un ampio pubblico;
•fare un uso appropriato del Centro da un punto di vista istituzionale ed educativo;
•essere senza scopo di lucro.
Paesi idonei alla partecipazione: 
*Organizzazioni giovanili non governative europee/internazionali con partner o sedi in almeno 8 paesi europei; *reti europee formali o informali di organizzazioni giovanili e altre strutture giovanili non governative che riuniscono partner da almeno 8 paesi europei; *reti sotto-regionali di organizzazioni giovanili e/o consigli e strutture giovanili nazionali impegnati nell’animazione giovanile, che raccolgono almeno 5 paesi confinanti. 
 
Scadenze
– 1 Aprile – per attività da svolgere in collaborazione con i Centri Giovanili Europei tra Gennaio e Luglio dell’anno successivo.
– 1 Ottobre – per attività da svolgere in collaborazione con i Centri Giovanili Europei tra Agosto e Dicembre dell’anno successivo.
Contatti:

Council of Europe – Youth
Quai Jacoutot
Directorate of Youth and Sport
European Youth Centre Strasbourg
F- 67000 Strasbourg 30, Rue Pierre de Coubertin
F- 67075 Strasbourg Cedex – Fr
Telefono: + 33 3 88 41 23 00
Fax: + 33 3 88 41 27 77
Email: youth@coe.int

Ente promotore:
Consiglio d’Europa
× How can I help you?